Dal 19 al 20 Ottobre, vieni a trovarci al MiVeg 2019 di Milano | Scopri maggiori dettagli!

I vegani bevono vino? Sì, purché sia un buon vino vegano!

vino vegano per cena con amici

I vegani bevono vino? Sì, purché sia un buon vino vegano!

Prima cena vegana con gli amici? Ecco qualche consiglio per non sbagliare dalla scelta del cibo a quella del vino vegano

Sei da poco diventato vegano e i tuoi amici non sanno bene cosa significhi. Hanno più o meno capito quali cibi puoi mangiare, ma ignorano del tutto l’esistenza del vino vegano. In effetti è un concetto relativamente recente, con cui gli italiani si stanno confrontando da poco.

Qual è la differenza tra un vino “normale” ed un vino vegan?

Non esiste al momento una definizione prevista dalla legge che chiarisca cosa sia un vino vegano. Proviamo però a riassumere le caratteristiche di questa tipologia di vino. Per produrre vini vegan non vengono utilizzati prodotti e coadiuvanti tecnologici derivanti dallo sfruttamento diretto o indiretto di animali. In particolare sono vietati elementi ed enzimi dell’uovo (albumina, ovoalbumina, lisozima), caseina, colla di pesce o di ossa, gelatina animale, caseinati.

A queste sostanze spetta di favorire la riuscita del processo produttivo tradizionale. Una volta depositate sul fondo, si procede alla loro eliminazione. Tuttavia talvolta tracce di queste sostanze arrivano nel prodotto finito.

Affinché un vino sia vegan, quindi, tali sostanze non devono essere impiegate durante la produzione, dal momento che è impossibile garantire la loro totale eliminazione dal prodotto finito.
Rinunciare però ai coadiuvanti per produrre vino non è necessario: un numero crescente di aziende sceglie di utilizzare coadiuvanti di origine vegetale o minerale per chiarificare e purificare il vino.
Insomma, non occorre rinunciare alle bollicine: sul mercato esistono ottime alternative di origine naturale al vino, tutte da scoprire. Nel paniere di Amorum troverai vini pugliesi biologici, provenienti dalla Murgia, dalle cantine Lanzolla.
Si può definire vino biologico quello prodotto da uve biologiche, coltivate senza l’uso di diserbanti e concimi chimici, e per la cui vinificazione è impiegato metà del quantitativo di coadiuvanti previsto per le vinificazioni tradizionali e massimo 100mg/l di solforosa per vini rossi e 150mg/l per vini bianchi, come stabilito dal Regolamento Europeo 203/2012.

È proprio il caso di dirlo: stappare un ottimo prosecco vegano e brindare alla salute non è mai stato più gustoso ed eticamente consapevole come oggi!

I vini disponibili su Amorum


Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *